HOLD YOUR OWN/Tiresias, B side

istantanee dai molti passati

Bluemotion / Giorgina Pi

Sabato 5 giugno ore 18.30

Sala del Consiglio Comunale – Palazzo Comunale
Piazza Andrea Costa, 17 Pieve di Cento Bo

Domenica 6 giugno ore 15

Sala del Consiglio Comunale – Palazzo Comunale
Piazza Andrea Costa, 17 Pieve di Cento Bo

un progetto di Bluemotion dal testo di Kate Tempest
traduzione di Riccardo Duranti
regia Giorgina Pi
con Gabriele Portoghese e Giulia Weber
ambiente sonoro Collettivo Angelo Mai
luci Andrea Gallo
video Giorgina Pi
produzione Angelo Mai/Bluemotion

Tiresias Bside

Non si impara.
Si ricorda.
Kate Tempest


Il lavoro sulla figura di Tiresia continua. Seguendo la voce di Tempest vorremmo continuare a condividere in teatro i suoi versi. Il nostro precedente lavoro Tiresias è tratto dal poemetto iniziale del libro Hold your own/Resta te stessa. Vi è poi nel volume una seconda parte. Se nella prima, tutto d’un fiato, viene ripercorsa la vicenda delle tante vite di Tiresia
all’interno della sua lunga vita, qui si respira profondo e con la lente che ingigantisce le piccole cose si assaporano i
dettagli, si ingrandiscono gli istanti. Infanzia, vita di donna, vita da uomo e cecità sono i quattro quadri in cui si muovono queste poesie. A tratti sembra di lavorare ancora sui materiali di Tiresias, sulle parti poi escluse per essere accolte altrove. Si scorgono le intelaiature di nuove forme pur appartenenti allo slancio del poemetto iniziale e ci si perde dentro, così come nelle suadenti e dolorose pagine in cui ci si immerge nel dono intimo di un diario.
Un lato b del nostro viaggio sul veggente dalle tante vite, sulla donna che non ha mai smesso di essere, sullo sguardo
mai perduto, su Tiresia che continua a parlarci. Vorremmo allora condividere questo per noi irrefrenabile motore umano, concederci una lettura di poesie ad alta voce che Gabriele e Giulia metteranno a disposizione di chi vorrà aggiungersi a loro.


Giorgina Pi